News

Notizie e aggiornamenti sul mondo immobiliare

Imu e Tasi: le scadenze 2016

Acconto imu e tasi 2016

La Legge di stabilità 2016

Immobile in vendita futura costruzione

Immobile in vendita futura costruzione

ha abolito la Tasi 2016 sulla prima casa, mentre continuano a pagare i proprietari degli immobili di lusso. Per quanto riguarda l’Imu (che si paga sulle prime case di lusso e sulle seconde case), per il 2016 è stata introdotta l’esenzione per i fabbricati rurali ad uso strumentale dell’attività agricola, e i terreni di imprenditori agricoli e coltivatori diretti, oppure nel caso si trovino nei terreni montani o parzialmente montani.

Scadenza prima rata imu e tasi 2016

Entro il 16 giugno 2016 i contribuenti proprietari di prime case di lusso e seconde case hanno pagato l’importo della prima rata di Imu e Tasi. Essi hanno potuto scegliere se versare il 50% dell’imposta o l’intero importo in un’unica soluzione.

Scadenza seconda rata imu e tasi 2016

Chi ha scelto di versare a giugno 2016 solo il 50% dell’imposta, entro il 16 dicembre dovrà corrispondere il saldo di Imu e Tasi. Il saldo è pari al 50% dell’imposta annuale, calcolata applicando le aliquote e le eventuali detrazioni dell’anno 2015, con la possibilità di utilizzare quelle del 2016 se deliberate dal Comune di riferimento.

Se si è pagati l’intero importo a giugno, nulla è dovuto a dicembre. Con un’unica eccezione: se il comune ha approvato l’aumento delle aliquote dopo il 16 giugno 2016, è necessario procedere al conguaglio al saldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *